Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Disegno di legge "Rifiuti Zero"

Disegno di legge "Rifiuti Zero" 5 Anni 1 Settimana fa #488

  • Giorgio Pesce
  • Avatar di Giorgio Pesce
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 26
  • Ringraziamenti ricevuti 14
con estremo piacere possiamo affermare che finalmente si parte con la raccolta firme per sostenere la Legge di proposta iniziativa Popolare.
La costituzione del coordinamento della Lombardia è altresì importante e sarà compito di noi tutti farlo vivere e rafforzarlo nei prossimi mesi e anni.
La raccolta firme è soltanto un primo inizio per portare al centro dell’attenzione la tematica rifiuti che costituisce una leva importante per imporre alla regione e agli enti locali un modello profondamente e radicalmente diverso dal presente.
Sarete certamente informati che per domenica 14 aprile è prevista la giornata DAY nazionale, appuntamento al quale non possiamo certamente mancare per riaffermare il ruolo della Lombardia, come una delle regioni più importanti del paese e che nel bene e nel male i modelli di governo del territorio, dei rifiuti dell’energia e della gestione dei Beni Comuni, inevitabilmente trovano applicazione nell’intero paese.
Dunque, la nostra responsabilità è ampia così come deve essere ampio ed elevato il nostro impegno per modificare il disastro attuale.
Per tanto, è necessario che il coordinamento, nella forma più larga possibile si riconvochi in assemblea plenaria per organizzare la campagna raccolta firme e nello stesso tempo distribuire i moduli necessari a ogni territorio.
 
1)  Stabilire i referenti provinciali e zonali.
 
2)  Effettuare un minimo di informazione /formazione. 
 
3)  Pianificazione di un programma itinerante  di eventi formativi in tutto il territorio lombardo.
 
4)  Versamento delle quote di adesione  per ogni territorio.
 
5) Analisi dei materiali necessari per il prossimo futuro e modalità di produzione degli stessi. Se produrli regionalmente o in ogni territorio.
 
L’ incontro si terrà  mercoledì 10 aprile alle ore 19.30 c/o Circolo Libertà, Viale Libertà 33 Monza .
 
Al fine di agevolare gli amici che provengono da altre realtà, ci sarà la possibilità di mangiare dei panini all’interno del circolo medesimo, preparati dalla signora gerente.
 
E’ importantissimo sapere preventivamente quante persone parteciperanno per  ordinare il quantitativo di panini necessari.
 
Cordiali saluti.
 
Patrizia Pappalardo- Maurizio Bertinelli- Biagio Catena Cardillo
 
INFORMAZIONI UTILI PER TUTTI
 
abbiamo pubblicato il sito www.rifiutizerolombardia.it che ci servirà come uno degli strumenti di comunicazione per il coordinamento Rifiuti Zero Lombardia e per la campagna di raccolta firme.
 
C'è un modulo Adesioni a questo indirizzo:
www.rifiutizerolombardia.it/come-aderire/
 
vi chiedo se potete cortesemente compilarlo anche se avete già mandato la vostra adesione, ci serve per raccogliere le informazioni corrette e pubblicare l'elenco sul sito via via che le riceviamo.
 
Sul sito trovate anche una sezione per scaricare tutti i file con il materiale utile da condividere
www.rifiutizerolombardia.it/download/
 
 
Per qualunque domanda o chiarimento relative al sito potete scrivere direttamente all’indirizzo di Patrizia che è una dei tre coordinatori eletti il giorno 15 marzo al momento della costituzione, la quale si occupa delle questioni tecniche legate alla comunicazione e al sito. Tra le altre cose dobbiamo ringraziarla per l’impegno profuso nel creare il sito e la pagina fb: (rifiutizerolombardia)  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per non intasare la mail di tutta la lista.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Disegno di legge "Rifiuti Zero" 5 Anni 1 Settimana fa #509

  • Giorgio Pesce
  • Avatar di Giorgio Pesce
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 26
  • Ringraziamenti ricevuti 14
Con l'occasione vi informo che oggi h. 18 ci sara' il primo Seminario di presentazione della LEGGE RIFIUTI ZERO IN PARLAMENTO, con il MOVIMENTO 5 STELLE,  per l'occasione in seduta plenaria di Camera e Senato.

L'incontro, primo tra altri, utile approfondimento per tutti, sarà in diretta streaming sul canale "La Cosa" www.beppegrillo.it/lacosa/

qui l'evento facebook nazionale: www.facebook.com/events/399022363538045/

Spero di farvi cosa gradita con un (personale) report della serata di ieri , riunione  del coordinamento operativo rifiuti zero.

Seminario del gruppo Benicomuni Monza e Brianza su Inceneritori e Rifiuti Zero- (disponibili a ripeterlo anche in altri comuni )

Folta presenza di attivisti 5 Stelle da tutte le province, da Bergamo ribadiscono l'offerta di promuovere il loro tour RifiutiZero anche altrove, sempre come conferenza informativa e con il solo logo di ZeroWaste- come hanno fatto in campagna elettorale e da due anni ad ora.

Presenti amministratori di Lissone, avvieranno una vera differenziata zw a breve, dopo un lungo percorso di formazione della cittadinanza con i primi pilota nei quartieri, e non solo  .... trovate l'intera lista degli aderenti, il materiale scaricabile e il link con il quale aderire nel sito: www.rifiutizerolombardia.it

Sono stati distribuiti tutti i moduli e i manifesti che il coordinamento era riuscito a stampare e raccolti i primi contributi economici che verranno rendicontati sul sito.

(se possibile avere il riferimento di un fornitore -economicamente vantaggioso- che può stampare le bandiere, fate sapere, grazie -ile)

alcuni di noi si sono presi carico dei moduli e del materiale per la propria zona (comuni limitrofi con banchetti già organizzati) , non appena l'elenco referenti sarà completo potrete fare riferimento a loro o contattare mediante il sito direttamente per aggregarvi successivamente (siete pregati di manifestare la volontà di prendervi carico di questa responsabilità se è possibile, invito chiaramente a chiunque voglia fare banchetti nel suo comune- non "solo5stelle" -, o possa organizzarsi per i comuni della sua provincia o anche solo gruppo di comuni di cui si può prendere carico)

Alla riunione è stato RI- condiviso da tutti i presenti (5 stelle e non) il principio per cui stiamo lavorando per la raccolta firme RIFIUTI ZERO, e per produrre una campagna di ulteriore sensibilizzazione che produca formazione e approfondimento sul tema, per cui:

- chiunque voglia fare conferenze e momenti di approfondimento sul tema, può contattare Martinelli, Catena Cardillo, Pappalardo per eventuali eventi (vedi contatti email precedente comunicazione),  disponibile anche il seminario che Benicomuni Monza e Brianza promuove come approfondimento, o anche il gruppo di Bergamo per il ZeroWaste Tour.

- i banchetti saranno organizzati all'insegna di RIFIUTI ZERO, e non dubitiamo che sapremo dare ancora una volta il buon esempio non mettendo il nostro logo e le nostre bandiere ai punti raccolta firme, di modo da permettere a tutti i cittadini di aderire a prescindere dalle loro idee politiche. Mi sono permessa di ri- scriverlo, sapendo che questo principio ci ha sempre contraddistinto e fatto crescere nel miglior modo possibile.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: Claudio Fontana

Disegno di legge "Rifiuti Zero" 5 Anni 6 Giorni fa #532

  • Roberto Donzelli
  • Avatar di Roberto Donzelli
  • OFFLINE
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 158
  • Ringraziamenti ricevuti 40
Abbiamo deciso di attendere qualche giorno e poi vedere se aderire o meno.
Ma io pensavo di perfezionare una squadra di 3/4 persone ( il lavoro sporco) documentarsi in maniera corretta anche andando al ns. centro raccolta e proporci come squadra per definire il metodo più efficace per aiutare la separazione dell'immondizia presso condomini o chi ne richiede l'intervento magari pubblicarlo sul ns. forum.
Ovviamente da farsi nei prossimi mesi potrebbe essere, come se facessimo banchetti in piazza, ma avendo più tempo da passare con le persone visto che daremo disponibilità di almeno 4 ore.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Disegno di legge "Rifiuti Zero" 5 Anni 3 Giorni fa #539

  • Giorgio Pesce
  • Avatar di Giorgio Pesce
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 26
  • Ringraziamenti ricevuti 14
 Il Comune di Capannoli nel 2006 è stato il primo comune in Toscana a togliere i cassonetti dell’immondizia e ad attuare la raccolta porta a porta, per poi passare alla strategia “Rifiuti zero”. Oggi sono 120 i comuni in Italia che aderiscono al progetto, con un coinvolgimento di circa 3 milioni e 200mila persone. I cambiamenti e le modalità attuate risultano spesso vere e proprie modifiche culturali e di atteggiamento, che hanno però risultati concreti ed effettivi sulla vita dei cittadini e sulla gestione dei rifiuti.

La strategia “Rifiuti zero” viaggia su due binari paralleli: il primo è quello della raccolta differenziata e del riciclo e il secondo punta a ridurre la produzione di rifiuti nell’intera filiera. Ciacci ha illustrato nel corso della serata alcuni punti caratteristici di questa strategia, riprendendo i 10 passi verso “Rifiuti zero”: «È importante partire all’abbandono del sistema a cassonetto, già fuorilegge in Europa, che in Italia dovrebbe portare ogni comune entro il 31 dicembre 2013 ad avere almeno il 65% di raccolta differenziata. Questo significa incentivare la raccolta differenziata domiciliare, con diverse modalità. Nel nostro comune abbiamo ridotto da 3 a 1 milione di euro le spese per inceneritori e discariche, investendo la differenza per incrementare la raccolta porta a porta e creando lavoro per 60 persone. Per raccogliere i rifiuti utilizziamo solo mezzi elettrici e a metano per diminuire l’impatto ambientale». Ma non è solo lo smaltimento dei rifiuti che influisce negativamente sulle risorse del nostro pianeta, anzi il vero problema è rappresentato dall’intera filiera che comprende la produzione e il trasporto dei prodotti e che rappresenta circa il 50% del peso umano sull’ambiente. La differenziazione dei materiali riciclabili è una delle principali scelte per ridurre la quantità di rifiuti prodotti e da smaltire. Il riciclo di tutti i materiali possibili permette di generare risparmi economici e di salute per i cittadini. A Capannoli si lavora molto sul compostaggio su tre livelli: domestico, industriale e collettivo, con scuole e altri luoghi pubblici che hanno in sede appositi macchinari per la produzione di compost. «A livello europeo – ha spiegato Ciacci – esiste una normativa che regola la produzione di rifiuti, ma i comuni normalmente non la applicano. Nel nostro caso abbiamo attuato alcune scelte che ci hanno permesso di agire in questo senso: il cibo avanzato nelle mense scolastiche e aziendali viene dato alle mense del povero; per evitare l’utilizzo di bottigliette di plastica le mense utilizzano l’acqua del rubinetto, diminuendo i costi e godendo di un controllo quotidiano e documentato. Abbiamo scelto di potabilizzare l’acqua delle fonti non con il cloro ma con raggi ultravioletti e gratuiti, valorizzando luoghi pubblici e comuni. Abbiamo introdotto una detassazione comunale per le attività commerciali di vendita alla spina di qualsiasi prodotto dal sapone agli alimentari». E se i pannolini per bambini rappresentano circa il 25-30 % dell’indifferenziata, il comune incentiva l’utilizzo di quelli lavabili, anche attraverso il lavoro di una cooperativa sociale che provvede alla pulizia e al riutilizzo degli stessi.

Un altro ambito è quello del riuso e riparazione degli oggetti e dei materiali: attraverso iniziative mensili, chiamate “soffitta in piazza” i cittadini possono scambiare, barattare e vendere in piazza i beni che altrimenti verrebbero buttati. «A livello comunale, è stato creato appena prima dell’isola ecologica, da cui per legge non si può più recuperare nulla che venga portato all’interno, un capannone dove si selezionano e recuperano eventuali oggetti, riutilizzati successivamente per le fasce più deboli di popolazione. Esiste inoltre un Centro di ricerca e recupero del non riciclabile, in cui vengono studiate nuove possibilità di riutilizzo di materiali non riciclabili, oltre a possibili soluzioni per migliorare la produzione stessa di questa tipologia di prodotti, che vengono proposte direttamente anche alle aziende produttrici». La tariffazione puntuale permette ai cittadini di pagare ciò che effettivamente si produce, incentiva la raccolta differenziata e il  riutilizzo. Minore indifferenziata significa anche minore tempo di raccolta. Attualmente a Capannoli si è raggiunto il 90% di raccolta differenziata: «Nel 2004 venivano prodotte 31.000 tonnellate di scarto, circa 1,9 kg a persona, di cui 1,2 kg indifferenziata. Oggi il totale è sceso a 24.000 tonnellate, pari a 1,4 kg a persona e 0,6 kg di irriciclabile. Contemporaneamente c’è stata creazione di nuovi posti di lavoro e i risultati sul gradimento della raccolta porta a porta sono al 94%». Per poter approfondire questa tematica Alessio Ciacci ha suggerito i libri “Calendario della fine del mondo” di Anna Pacilli e “L’anticasta. L’Italia che funziona” di Marco Boschini e Michele Dotti, oltre al sito del comune di Capannoli, al sito “Rifiuti zero” e alla sua newsletter personale.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: Rosario Lovalvo

Disegno di legge "Rifiuti Zero" 5 Anni 2 Giorni fa #543

  • Claudio Fontana
  • Avatar di Claudio Fontana
  • OFFLINE
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 116
  • Ringraziamenti ricevuti 33
17 aprile 2013
ciao a tutti, ieri mattina alla radio rai radio uno, hanno parlato di questa iniziativa e hanno intervistato il promotore.
Questo da rilevanza anche alla nostra partecipazione a raccogliere firme. Oltretutto dobbiamo ricordarci che il problema AMBIENTE è uno dei cavalli di battaglia del M5S. Aggiungo che sul n. 3 aprile 2013 del mensile consumatori dei soci COOP, a pag. 24, MARIO TOZZI (primo ricercatore Cnr-Igag), in un suo articolo dove descrive lo sfruttamento del suolo da parte dei costruttori, scrive:....".Ma forse qualcosa sta cambiando: si può discutere a lungo sulla politica ambientale del Movimento 5 Stelle, ma è certo che uno dei punti cardine del loro programma è la fine del consumo del territorio. E, a livello locale, sono già in grado di far pesare questo comandamento anche alle regioni piu' tradizionalmente orientate all'edilizia...."
In forza a ciò sono concorde nel raccogliere firme, magari esponendo su cavalletti i dati della raccolta di Novate.
Vorrei precisare che dove si dice nel post sopra...E' importante partire all'abbandono del sisteme a cassonetto.... non è da intendere che a Novate dobbiamo abbondanare i cassonetti. E' in riferimento a quei paesi di montagna dove esiste solo il cassonetto per tutto. Tanto per dare dei numeri... :
-Capannoli è un comune di 6030 abitanti della provincia di Pisa e si estende su un’area di 22,7 km²
-Novate Milanese è un comune di circa 20.000 abitanti in 5,5 km²
da qui si capisce come le case a Capannoli sono sparse su un ampio territorio mentre a Novate sono tutte una attaccata all'altra. E in questi paesi era normale avere un cassonetto per tutto ogni numero ristretto di case .
Quando leggiamo "raccolta differenziata porta a porta" non dobbiamo pensare che vengono davanti all'uscio a ritirare.
A Novate c'è il sistema di raccolta porta a porta, dove l'Amsa ritira i bidoni o cassonetti dei vari colori davanti alle case o condomini.
Come siamo a Novate sulla raccolta differenziata : (dati da Ufficio Ecologia)
la percentuale di raccolta differenziata e avviata al recupero al 31/12/2012 è del 68%, il rimanente 32% è la quota residuale della frazione secca avviata al termovalorizzatore.
E intanto ecco il piano dell'AMSA per aumentare la raccolta differenziata......
AMSA S.p.A - Gennaio 2012:
Piano per l’incremento della Raccolta Differenziata e per l’introduzione della
raccolta dell’organico per le utenze condominiali
link: www.amsa.it/gruppo/export/sites/default/...enziata_Organico.pdf
Detto tutto questo a Novate siamo avanti rispetto a molti altri paesi come percentuale di raccolta differenziata.
Se raccoglieremo le firme dobbiamo evidenziare questa cosa e far capire che c'è bisogno di questo Disegno di legge in tutta Italia dove in molti paesi ancora non si fa la differenziazione.
Ultima modifica: 5 Anni 1 Giorno fa da Claudio Fontana. Motivo: aggiornamento percentuale Novate
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
I seguenti utenti ringraziano:: Giorgio Pesce

Disegno di legge "Rifiuti Zero" 4 Anni 11 Mesi fa #576

  • Maurizio Salati
  • Avatar di Maurizio Salati
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • mau2244@hotmail.it
  • Messaggi: 72
  • Ringraziamenti ricevuti 60
Ottimo! Ne parleremo il prossimo meetup e decideremo cosa fare! Ho mandato diverse e-mail a chi di dovere per avere la certezza di poter raccogliere le firme nei nostri banchetti. Attendo risposte e poi vi faccio sapere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2